Storia del Fondo



stampastampa

Costituzione

In data 22 dicembre 1986, a seguito dell’accordo SIP/Coordinamento Nazionale Rappresentanti Sindacali Dirigenti SIP del 18 dicembre 1986, registrato in Roma con atto n. 41921 presso il Notaio Maurizio Misurale.

Scopo

Gestione dei trattamenti previdenziali complementari delle assicurazioni obbligatorie, e amministrazione dei contributi versati da Azienda e Soci.

Il Fondo non può avere scopi di lucro.

Prestazioni

Erogazione delle prestazioni assicurative maturate nella posizione previdenziale, solo in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

Le prestazioni vengono erogate da UnipolSai Assicurazioni S.p.A, su richiesta del Fondo, sia interamente in forma di capitale, che in forma di rendita vitalizia.

E’ previsto, inoltre, il trasferimento della posizione previdenziale/assicurativa a o da altri Fondi, nel caso di passaggi a o da altre Aziende.

Iscrizione

Attualmente l’iscrizione è facoltativa.

Si possono iscrivere al Fondo, previo gradimento di Telecom Italia, i Dirigenti di altre Aziende nelle quali sia in vigore un sistema previdenziale obbligatorio analogo a quello vigente per Telecom.

Organi

Consiglio di amministrazione composto da otto Membri, eletti tra i Dirigenti in servizio dei quali quattro di nomina Aziendale, tra cui il Presidente, e quattro di nomina Assembleare. Collegio dei sindaci, di cui uno è il presidente, non sono necessariamente iscritti al Fondo. Uno è di nomina Aziendale ed uno di nomina Assembleare.
Inoltre sono previsti anche due revisori supplenti.

Statuto


In data 23 febbraio 2007 l’Assemblea Straordinaria degli associati ha approvato il nuovo Statuto, redatto secondo gli schemi previsti dalla Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (Covip) e contenete tutte le modifiche previste dalla nuova legge. Tali adeguamenti hanno anche consentito il riconoscimento della personalità giuridica del Fondo così come previsto dalle delibere e dalle disposizioni della Covip.
Altre modifiche significative riguardano:

- Cambiamento della denominazione degli organi di Amministrazione e Revisione da Comitato di Gestione a Consiglio di Amministrazione e da Collegio dei Revisori a Collegio dei Sindaci.

- Nuova articolazione della normativa statutaria, con una rubrica che comporta una differente sequenza degli articoli; ciò in base allo schema adottato da Covip per i fondi negoziali.

- Differenti caratteristiche delle prestazioni per ciò che concerne le anticipazioni (ora queste sono nella misura del 75% della posizione maturata per l’abitazione e per malattia/esigenza sanitaria, mentre in quella del 30% per qualsiasi altro motivo).

- Soggetti beneficiari in caso di premorienza (ora si tratta degli eredi)


Regolamento

A seguito dell’applicazione del nuovo Statuto, è stato redatto un regolamento interno, che fornisce in maniera chiara tutte le indicazioni necessarie per la gestione delle posizioni degli iscritti, dall’adesione alla gestione delle contribuzioni, fino alla liquidazione finale, compreso l’anticipazione di questa.

Le aziende che aderiscono al Fontedir, sono tutte appartenenti al Gruppo Telecom Italia, per le quali Telecom Italia ha espresso il gradimento per il loro ingresso nel Fondo, in applicazione dell’art. 5 comma 2 dello Statuto del Fondo.

Documenti
Links e info
| Copyright © Fontedir 2002 | | Web Privacy Policy |